Mango is here to stay!

Print Content | More

Il grande giorno di Mango finalmente è arrivato! Nella serata di ieri Microsoft ha iniziato a distribuire la nuova release di Windows Phone e la bella notizia è che, contrariamente a quanto era accaduto con NoDo, l’aggiornamento è in fase di distribuzione in tutto il mondo! La procedura dovrebbe esservi ormai famigliare: collegate il vostro device al PC, aprite Zune e, se l’update è già disponibile, riceverete una notifica che c’è un nuovo aggiornamento per il vostro telefono. (In caso contrario, date un occhio a questo articolo in inglese, vi assicuro che il trucchetto funziona, l’ho testato personalmente con un LG Optimus 7 Smile  A quel punto seguite le semplici istruzioni che compariranno sullo schermo e attendete che la fase di update sia completata.

Oltre che un’ottima notizia per tutti gli utenti, si tratta sicuramentente di una notizia importante anche per gli sviluppatori: il numero di utenti in grado di scaricare le nostre applicazioni ottimizzate per Mango ora non sarà più limitato agli sviluppatori in possesso della beta! Se già nelle ultime settimane l’invito era quello di iniziare a caricare sul Marketplace le vostre applicazioni per Windows Phone 7.5, ora non ci sono più scuse per non farlo Smile

L’uscita di Mango ha portato con se una serie di altre importanti novità emersa: vediamole insieme.

Mango per gli sviluppatori

Se ricordate, al rilascio della beta di Mango per gli sviluppatori uno dei pre requisiti fondamentali era quello di salvare in un posto sicuro il backup effettuato da Zune: questo perchè sarebbe stato necessario, in previsione del rilascio ufficiale di Mango, per riportare il telefono allo stato originale e quindi renderlo nuovamente in grado di ricevere gli aggiornamenti ufficiali. Il contro di questa procedura è che vi avrebbe fatto perdere tutti i dati e le applicazioni salvate sul telefono dal momento dell’installazione a oggi.

Bene, Microsoft è riuscita in questi mesi a trovare un modo per ovviare a questo inconveniente: se avete un telefono aggiornato alla beta 2 di Mango, vi basterà collegare il telefono a Zune. Verranno trovati e installati una serie di aggiornamenti che prima “ripulirrano” il device e poi installeranno la versione finale di Mango (la build 7720). Trattandosi di un aggiornamento “ufficiale”, non perderete alcun dato.

Potete trovare maggiori informazioni (in inglese) sulla procedura a questa pagina.

Tethering

Joe Belfiore, con un tweet, ha ufficializzato la presenza della funzionalità hotspot Wi-Fi all’interno di Mango: si tratta del tanto atteso tethering, che da la possibilità di usare il nostro device come un router Wi-Fi. Unica nota negativa: la funzionalità sarà disponibile solo per i nuovi device che usciranno con Windows Phone 7.5 preinstallato (come l’HTC Titan o il Samsung Omnia W).

Ecco l’annuncio ufficiale: http://windowsteamblog.com/windows_phone/b/windowsphone/archive/2011/09/27/exploring-windows-phone-7-5-s-web-marketplace-and-a-surprise-new-feature.aspx

Marketplace web

E’ stato inaugurato per l’occasione il nuovo portale dedicato a Windows Phone all’indirizzo http://www.windowsphone.com

Tra le novità di rilievo c’è sicuramente il Marketplace Web, che da finalmente la possibilità di esplorare il marketplace di Windows Phone direttamente dal web, senza la necessità di avere Zune installato. Si tratta di una feature importante soprattutto in ottica di promozione della vostra applicazione: ora chiunque potrà vedere tutte le informazioni principali (screenshot, descrizioni, costo, ecc.) senza la necessità di avere Zune.

In più, il Marketplace web offre delle funzioni molto interessanti anche dal punto di vista utente: ad esempio, facendo login con lo stesso Live Id associato al proprio device sarà possibile lanciare il download di un’applicazione sul telefono stesso direttamente dal web!

Inoltre, il nuovo portale include anche una rinnovata sezione My Phone che, oltre a darvi accesso alle funzionalità già presenti nella versione precedente (come l’utility Find My Phone), vi permette di vedere lo storico delle applicazioni da voi scaricate, consentendovi di reinstallarle con un semplice clic.

Piccola curiosità: il colore predominante del portale coinciderà con il colore che avete impostato come accent color del vostro telefono Smile

Maggiori possibilità di guadagno

Due sono le notizie importanti per quanto riguarda la possibilità di guadagnare qualche soldino grazie alle applicazioni Windows Phone:

  • L’apertura del programma di advertising ufficiale di Microsoft ai paesi europei, Italia inclusa. Da oggi sarà quindi possibile usare il controllo ufficiale (che vi ricordo essere incluso direttamente nei tool di sviluppo) e ricevere i pagamenti per le impression e i click.
  • Non è più necessario compilare il modulo W-8 per richiedere l’ITIN e poter ricevere quindi i pagamenti senza subire la doppia tassazione da parte dello stato italiano e da quello americano. Questa è sicuramente un’ottima notizia, dato che la procedura precedente era parecchio complicata e burocratica.

Trovate l’annuncio ufficiale in questo post di Todd Brix.

Update dei tool di sviluppo

Sempre nello stesso post, Todd Brix ha comunicato che nella giornata di oggi Cliff Simpkins farà un annuncio relativo ai tool di sviluppo di Windows Phone. Tale informazione è stata confermata dallo stesso Cliff via Twitter, che ha annunciato per oggi il rilascio della versione finale dei tool di sviluppo (che conterrà principalmente bug fixing e artwork definitivi, vi ricordo infatti che le API erano state “congelate” a partire dalla precedente versione RC, che conteneva anche la licenza Go Live per la pubblicazione sul Marketplace).

E ora?

E ora che Mango è uscito, cosa ci aspetta? Sicuramente tante nuove applicazioni, che sapranno sfruttare al meglio le nuove funzionalità messe a disposizione delle API: sono già tante, inoltre, le applicazioni che sono già state aggiornate con il supporto a Mango, come eBay, Foursquare o diversi giochi XBox Live.

Concludo con una nota di merito a Microsoft per aver saputo imparare dai propri errori: dopo quanto successo con la distribuzione di NoDo, in tanti temevano che la situazione si sarebbe ripetuta anche con Mango e invece così non è stato. E’ vero, tanti diranno che altri concorrenti come Apple hanno sempre distribuito gli update in contemporanea e che dovrebbe essere la normalità: sono pienamente d’accordo, ma bisogna anche considerare che Apple è facilitata dall’essere allo stesso tempo sia produttore del software che dell’hardware e che gli aggiornamenti di iOS vanno ad installarsi su una varietà molto limitata di device, al contrario di Windows Phone che è in commercio con una ventina di modelli diversi in tutto il mondo.

Che l’attesa per Apollo abbia ufficialmente inizio Smile


Windows Phone , Microsoft , Mango

0 comments

Related Post


(will not be published)
(es: http://www.mysite.com)