Nokia e Microsoft: un’alleanza fuori dagli schemi

Print Content | More

nokiaconversations_980x100

Se oggi fosse stato il 1° Aprile  avreste potuto pensare tranquillamente ad una delle tante burle della rete. Eppure è vero: i rumors che si sono fatti sempre più intensi negli ultimi giorni avevano già fatto intuire che qualcosa bolliva in pentola e che non si trattava di uno dei tanti “avvistamenti di UFO” che circolano in rete.

Venerdì mattina il mondo mobile è stato scosso dall’annuncio ufficiale di Nokia, che ha deciso di abbandonare le sue piattaforme Symbian e Meego per il settore smartphone, per dare il benvenuto a Windows Phone! Microsoft, il colosso del software, e Nokia, il colosso dei cellulari, si sono unite per creare un terzo ecosistema, che cercherà di vincere lo strapotere di Apple e Google, attualmente i leader del mercato degli smartphone.

Da sviluppatore Windows Phone, la notizia mi ha decisamente elettrizzato. Se Nokia e Microsoft svolgeranno bene il loro lavoro insieme, il futuro per Windows Phone sarà decisamente roseo. Vediamo perchè.

Il marketing è tutto al giorno d’oggi

Microsoft è un’azienda eccezionale per quanto riguarda lo sviluppo software, un po’ meno quando si tratta di promozione dei proprio prodotti. La campagna marketing di Windows Phone in Italia ne è un esempio: la strategia di marketing è stata molto meno incisiva ed efficace rispetto a quella attuata dalla concorrenza. Microsoft, inoltre, a livello di immagine paga un po’ lo scotto di Windows Mobile, ottimo sistema operativo per quanto riguarda il mondo business / industriale, poco apprezzato invece dai clienti consumer dopo le novità introdotte con l’arrivo di iPhone prima e Android dopo. Windows Phone, come sappiamo, è qualcosa di completamente diverso e capace di rivaleggiare a testa alta con la concorrenza: molte persone, un po’ per ignoranza un po’ per mentalità chiusa, sono però convinte che non si tratti di un prodotto degno di considerazione, alla luce dei problemi che aveva il suo predecessore.

L’accordo con Nokia potrebbe aiutare Microsoft a “svecchiare” questa sua immagine e a far apprezzare anche agli scettici (o a chi è sempre stato fedele a Nokia) le qualità del suo nuovo sistema operativo. D’altro canto, Microsoft potrebbe invece aiutare Nokia a scrollarsi di dosso l’immagine di una società ormai capace di essere competitiva solo nel mercato dei cellulari di fascia bassa e non in quello degli smartphone, a causa dell’adozione di un sistema operativo (Symbian) di molte spanne indietro rispetto alla concorrenza e non più all’altezza del mercato attuale.

Una spinta reciproca a migliorarsi

Microsoft, con Windows Phone, porta il suo bagaglio immenso nello sviluppo software, nella realizzazione di sistemi operativi, nel supporto agli sviluppatori e nella creazione di tool e linguaggi di sviluppo eccellenti; Nokia, d’altro canto, vanta un’esperienza nel campo della telefonia e nella produzione di hardware di altissimo livello.

Grazie a questo accordo, avremo il meglio dei due mondi e la piattaforma stessa ne guadagnerà: Nokia spingerà per avere un OS sempre migliore e questo porterà Microsoft a lavorare sempre di più su Windows Phone, colmando così nel giro di poco tempo le lacune rispetto ai prodotti concorrenti. Inoltre, Nokia e Microsoft hanno già annunciato alcuni esempi di cosa vorrà dire “unire le forze” : ecco così che Nokia beneficierà di tutti i vantaggi derivanti dall’utilizzo di Bing come piattaforma di ricerca, mentre Microsoft potrà sfruttare l’esperienza di Nokia con la navigazione satellitare (vedi Ovi Maps) per integrare nuove funzionalità avanzate all’interno di Bing Maps.

11x0211nokiaconcept

Applicazioni, applicazioni e ancora applicazioni

Questo è l’aspetto che interessa di più noi sviluppatori ed è quello che mi elettrizza più di tutti: Windows Phone è un’eccezionale piattaforma di sviluppo e il numero di applicazioni disponibili cresce ogni giorno di più. Purtroppo però le grandi aziende non stanno ancora investendo al 100% su Windows Phone: trattandosi di una nuova piattaforma, la sua diffusione non è ancora ai livelli di iPhone o Android, perciò le aziende sono più restie a investire soldi per portare i propri prodotti sulla piattaforma Microsoft.

La partnership con Nokia ribalta completamente questo scenario, accellerando notevolmente i tempi previsti di diffusione di Windows Phone: se Google ha impiegato qualche anno per ingranare e solo da qualche mese si inizia a vedere una maggiore diffusione di applicazioni per Android, per Microsoft le cose potrebbero cambiare notevolmente già entro la fine dell’anno. Nokia ha una rete di distribuzione enorme, molto più vasta della concorrenza, nonchè una base di utenti affezionata ai suoi prodotti molto ampia. Tutto questo si tramuterà in una richiesta di applicazioni sempre maggiore e le grosse aziende non vorranno farsi scappare l’occasione: ecco perciò che lo sviluppo di applicazioni per Windows Phone potrebbe diventare un business importante per molte software house e quindi di conseguenza aumentare la domanda di sviluppatori con una certa esperienza nel settore.

Anche per gli sviluppatori indipendenti si aprono scenari molto interessanti: Nokia ha già annunciato che l’Ovi Store si fonderà con il Marketplace, per dare vita ad un unico store. Questo si traduce in un notevole aumento del numero di possibili acquirenti delle applicazioni da noi sviluppate.

Microsoft ha confermato che i tool di sviluppo rimarranno quelli attuali, tramite un post sul blog ufficiale del team di sviluppo. Non ci possono promettere che non sarà necessario fare niente per rendere le nostre applicazioni compatibili anche con i futuri Nokia basati su Windows Phone: non perchè le applicazioni per Nokia utilizzeranno un linguaggio differente o dei tool separati, ma probabilmente semplicemente perchè nel prossimo futuro i tool di sviluppo subiranno un processo di revisione, per introdurre nuove API e per adattarsi ai nuovi device. Ne abbiamo avuto un esempio con il recente update dei tool di sviluppo, che introduce delle migliorie ai controlli Panorama e Pivot per il supporto al copia & incolla, le quali richiedono però una ricompilazione dell’applicazione.

Qualche punto oscuro?

Ha lasciato un po’ perplessi una dichiarazione del CEO di Nokia, in cui ha confermato che la loro azienda avrà la possibilità di personalizzare i device Windows Phone. Questa affermazione ha spaventato un po’ tutti gli sviluppatori e gli addetti ai lavori: uno dei punti di forza di Windows Phone è proprio quello di unire il meglio dei mondi Apple / Google, offrendo tanti device diversi (e quindi maggior scelta) ma un’unica piattaforma che consente a Microsoft di avere il controllo completo sugli update.

In realtà, le informazioni a riguardo al momento sono praticamente nulle, quindi è inutile fasciarsi la testa. Per quello che ne sappiamo, l’accordo potrebbe prevedere la personalizzazione del device solo su aspetti "marginali”, che non hanno impatto sul processo di update e sulle performance delle applicazioni. Ad esempio, Nokia potrebbe decidere semplicemente di sostituire le suonerie predefinte con delle altre oppure di sviluppare delle applicazioni particolari utilizzando l’Hybrid SDK (il kit di sviluppo in possesso ai vendor, che da loro la possibilità di fare uso di API non disponibili al pubblico).

Quale futuro?

Il mio augurio è che sia Nokia che Microsoft non commettano errori lungo il percorso e che le cose vadano liscie per entrambe le aziende. Se tutto andrà come previsto, il futuro che si prospetta è decisamente eccitante, sia che siate dei semplici appassionati di mobile piuttosto che sviluppatori di applicazioni Windows Phone. La nascita di un terzo ecosistema capace di competere come numeri di vendita con Google e Apple potrebbe dare uno scossone ad un mercato al giorno d’oggi piuttosto stagnante, in cui è sempre più difficile innovare e realizzare qualcosa di nuovo.

Vi lascio con due link ufficiali:

Vi ricordo infine che oggi inizierà il Mobile World Congress di Barcellona, una delle più grandi fiere mondiali (se non la più grande) dedicata al mondo mobile. Microsoft ovviamente sarà della partita, con tanto di keynote di Steve Ballmer. Cosa verrà presentato non è ancora dato di saperlo: maggiori informazioni sulla data di rilascio del primo update? Qualche indiscrezione sulla roadmap dei futuri update di Windows Phone? Seguite il mio blog e lo saprete Smile


Windows Phone , Nokia , Microsoft

9 comments

Related Post

  1. #1 da dovella Monday February 2011 alle 10:27

    Post perfetto

  2. #2 da Matteo Migliore Monday February 2011 alle 11:08

    Buona analisi.

    IMHO Windows Phone dovrebbe eliminare Metro, rispetto all'iPhone è una UI molto meno "divertente" e incisiva e potrebbe essere un ostacolo alla diffusione di WP.

  3. #3 da Matteo Pagani Monday February 2011 alle 11:15

    In realtà il giudizio su Metro è molto soggettivo. Conosco persone a cui non piace così come persone (me incluso) a cui piace di più della UI di iPhone.

    Ad esempio, personalmente, trovo molto più "divertente" Metro con Live Tiles e animazioni che quella di iPhone, molto più "statica".

    Però ripeto, è solo questione di gusti. Credo che l'ostacolo principale alla sua diffusione sia il fatto che al momento Windows Phone manca di alcune feature molto richieste e che invece sono disponibili sulle altre piattaforme.

    Sono fiducioso però che questo accordo con Nokia accelererà le cose (che già comunque stanno procedendo abbastanza in fretta, Microsoft sta pianificando una serie di aggiornamenti importanti in uscita quest'anno).

  4. #4 da Matteo Migliore Monday February 2011 alle 11:29

    Quello che non mi piace di Metro e penso possa non piacere a molti utenti, specialmente i più giovani, sia la mancanza di colore e la disposizione delle icone che lo rendono poco vivace.

    Ovviamente come dici anche tu, la mancanza di applicazioni attualmente è un grosso ostacolo, principalmente penso a TomTom e Skype, per Skype attualmente non c'è la volontà nè da parte loro nè la possibilità tecnica.

    Ma WP7 è ancora giovane, quindi avrà molte possibilità di migliorare.

  5. #5 da dovella Monday February 2011 alle 11:31

    E sempre divertente vedere gente che entra alla Carlona , e fa delle proprie idee ( o gusti) personale, un feedback comune

  6. #6 da Matteo Pagani Monday February 2011 alle 11:35

    @dovella_ Mi sembra che Matteo abbia semplicemento espresso la sua opinione su Metro, non ci vedo nulla di male :)

  7. #7 da dovella Monday February 2011 alle 11:41

    Io posso entrare e dico.
    Metrò a me non piace.
    Non vengo a scrivere dovrebbe eliminare Metrò.

  8. #8 da Matteo Migliore Monday February 2011 alle 11:48

    @dovella Non ho il piacere di conoscerti, come tu probabilmente non conosci me.

    Sviluppo con tecnologie Microsoft e .NET da 12 anni, non mi piacciono le polemiche, specialmente sui blog degli altri.

    La mia è semplicemente una modesta considerazione su come Microsoft potrebbe aumentare le vendite di WP7, di cui sono un soddisfatto "possessore".

  9. #9 da dovella Monday February 2011 alle 12:20

    Non c entra assolutamente niente metró , col marketing e o vendite.


(will not be published)
(es: http://www.mysite.com)